Home page

25/01/2014 12.31

 

 

 

 

 

 

 

 Ferentino

Cittą D’Arte

 

Storia Cultura

 Tradizioni

image010

 

fer40.JPG

Dalla raccolta web:

©Ič płru sņ dł Frģndģnu!

 

Ferentino

19 gennaio 2008 ore 16,00

 

“OPEN DAY” 2008

 

"La scuola si apre al territorio"

 

Dedica

 

 

Al personale docente e non del 1° Circolo Didattico

Via Circonvallazione - Ferentino

 

La cittą di Ferentino si appresta ad accogliere i suoi futuri cittadini, carichi

di un bagaglio di nozioni pratiche apprese con le tecniche di insegnamento innovative e futuristiche dei loro insegnanti

e che, nel tempo, li porterą ad essere parte attiva con queste loro moderne capacitą, nelle arti, nella cultura,

nella storia e nelle tradizioni della nostra cittą.

Open day 2008

"Incontriamoci a scuola"

Il motto "La scuola si apre al territorio", ideato e proposto dal Dirigente Scolastico del 1° Circolo di Ferentino,

Prof.ssa Daniela Germano coadiuvata dal corpo docente e non, é stato un modo originale di aprire i cancelli della scuola

di via Circonvallazione alla cittą di Ferentino.

 

Numeroso il pubblico e soddisfazione alle stelle da parte della Dirigente Scolastica che ha ringraziato gli intervenuti

e lo staff organizzativo che ne ha permesso l'ottimo risultato.

 

Parole di elogio sono state espresse al 1° Circolo dal Vicesindaco della cittą di Ferentino Sergio Marocco che,

insieme all'Assessore Vittori, il Consigliere Patrizi, il consigliere Alessandro Ciuffarella e l'Assessore del Comune di Frosinone

Narciso Mostarda ed al numeroso pubblico, hanno trascorso una piacevolissima giornata nell'assistere

alle gioiose dimostrazioni degli alunni.

 

L’iniziativa, a cui hanno aderito le associazioni Cooperativa “In Movimento” e Cooperativa “Anima”,

la "Pro Loco" di Ferentino, "Lega Ambiente", "Basket Ferentino" e "Associazione Sportiva N.B.A." di Alatri,

le aziende "Nestlč" e "Consorzio Valcomino" e gli artigiani Apicoltura “L’alveare” e Pasticceria “Battisti”,

č stato un modo concreto ed originale per far conoscere la scuola come luogo positivo di interscambio culturale

e formativo ed a filo diretto con il territorio.

 

L’evento, il primo in assoluto in cittą, č stato svolto pienamente in sintonia con la filosofia del 1° Circolo Didattico

che vuole essere: attiva che accoglie, solida che forma, attenta che orienta, libera che riforma, in linea che aggiorna,

ha dimostrato quanto il lavoro di equipe sia necessario per ottenere il massimo dei risultati a qualsiasi livello.

 

Difatti gli allievi, esibitisi nelle varie discipline, dallo sport alla pratica studentesca, alla realizzazione di oggetti artistici

ed altri campi pertinenti alla loro capacitą di apprendimento, hanno dimostrato fino in fondo di essere loro gli attori

del positivo risultato finale con grande soddisfazione del corpo docente e non, riuscito nell'impresa di attirare

l'attenzione di un pubblico soddisfatto e plaudente.

 

Ho inteso sottolineare l'opera di quanti hanno permesso l'ottima riuscita di "Open day 2008" dedicando loro un racconto,

scritto in dialetto di Ferentino, nella speranza che possa continuare nel tempo.

Open day 2008

"Incontriamoci a scuola"

Giornata araperta 2008

"'ncundramuci alla scola"

 

Ma che bella giornata ci hanno fatto passare

quei ragazzi del primo circolo

di via Circonvallazione l'altro ieri.

Quant'allegria c'era!

 

 

Mą che bella giornata c'iał fattu passą

chģgli uttrģi dugli primu circulu

du uģą Circuuąlaziņnu gl'ątru ieri.

Quand'allegria cu ci steva!

 

Come erano contenti di far vedere, prima di tutto

alle maestre e poi a tutti i genitori,

che li guardavano,

quello che avevano imparato a scuola.

 

Ch'ernu cundenti du fą udč, prima dł tuttu

allu maestru i doppu a tutti gli padrģi ģ lu mammu,

  steunu a udč,

ch'ellu cu s'au 'mparatu alla scola.

 

Ma come correvano dentro quella palestra

contenti di far bene e non sbagliare gli esercizi

che quelle brave insegnanti gli hanno insegnato.

 

M'accņmmu currełnu drčndu a chella palestra

cundendi du fą benu ģ 'nł sbaglią gl'esercģzzģ

cu chčllu brąu maestru c'iąu 'mpąrątu.

 

Fuori invece quelli pił grandi,

vestiti con costumi ciociari di una volta

si son messi a ballare i "saltarelli ciociari".

Come sono stati bravi!

 

Dafņra 'nmeci chģgli pił grussaregli,

łstģti cugli custumi ciociari dunn'avota

s'au missi affą gli "saltarelli ciociari".

C'au stati bravi!

 

La Dirigente Scolastica

(una volta si chiamava Direttrice)

e le insegnanti poi ci han portato dentro le aule

per mostrarci i lavori fatti da quei ragazzi.

 

La Dirigendu Sculastica

('na vņta su chiamava Direttricģi)

i lu maestru doppu ciąu purtatu drendu all'aulu

pł facci udč tutti gli lavņri c'ąu fattu chigli uttri.

 

Ma pensate un poco, noi all'etą loro

nemmeno sapevano che uno pił uno fa due

e questi invece gią conoscono Socrate,

quel filosofo greco!

 

Ma punzatu nł pocu, nł all'etą cu teu chisti

mancu sapemmu cą unu pił unu fą due

cą chisti 'nmeci gią cunuscunu Socratu,

chigli filosufu grecu!

 

Noi siamo duvuti arrivare a sedici

diciassette anni per sapere qualcosa

di quel filosofo.

 

Nł simu tunututa arrivą a sidici

diciassett'anni pł sapč che cosa

du chigli filosufu.

 

Comunque grazie a tutti loro č stata veramente

una bella giornata.

Comunque grazzii a tutti issi ą stata veramendu

'ną bella giornata.

Home page

alexpompeo@yahoo.it

© Copyright 2002-2014 di proprietą di Alessandro Pompeo. Tutti i diritti sono riservati.